Commenti alla condizione di Dubbio 
 
 
Pagina modificata il 28 dicembre 2011. 
 
 
Secondo la dottrina, quando una persona non riesce a decidere riguardo ad un progetto, individuo, gruppo od organizzazione, si trova in una "condizione di Dubbio". Per risolvere tale condizione, è presente una procedura. 
Essa è però limitata, stranamente non equilibrata e che a causa dei suoi errori può portare a risultati sbagliati. 
 
 
 
 
UNA PROCEDURA GENERICA PER RISOLVERE UN DUBBIO SU QUALE COSA E' MIGLIORE 
 
Quando non si riesce a capire, fra due cose od "oggetti del dubbio" (idee, teorie, progetti, oggetti materiali, ambienti, forme di vita, persone, gruppi, organizzazioni, situazioni, ecc.), qual è il migliore, propongo di eseguire questi quattro passi: 
 
1. Esaminare i lati positivi e negativi della prima cosa oggetto del dubbio.  
 
2. Esaminare i lati positivi e negativi della seconda cosa oggetto del dubbio. 
 
3. Confrontare i dati ricavati nei punti 1 e 2. 
 
4. Determinare quale delle due cose è la migliore.  Usare il miglior criterio di scelta che si conosce (che può essere: il maggior bene secondo idee personali, il maggior bene secondo Scientology, senso di opportunità, senso di giustizia, ecc.). 
 
Per brevità, viene adesso sospesa la trattazione di questa procedura per passare a quella di Scientology. Comunque, altrove nel sito è presente la procedura al completo. 
 
 
 
 
LA PROCEDURA ESAMINATA DI SCIENTOLOGY 
 
Citazioni dal libro "INTRODUZIONE ALL'ETICA DI SCIENTOLOGY"[1], pag.101. 
 
"Quando non si riesce a prendere una decisione riguardo ad un individuo, un gruppo, un'org[*] o un progetto, esiste una Condizione[*] di Dubbio." 
 
[*] Org: in genere, organizzazione di Scientology. 
 
[*] Condizione : qui a grandi linee vuole dire condizione sociale rispetto al gruppo dovuta alle proprie azioni od opinioni. 
 
Nonostante qui la citazione dica "org", il che potrebbe lasciare il dubbio se la procedura si possa riferire solo ad organizzazioni di Scientology, nel Manuale di Scientology[2], dove la procedura della Condizione di Dubbio è pure riportata (a pag. 393) ,al suo posto c'è la parola generica "organizzazione", ed è questo il significato che viene inteso qui. 
 
La procedura consiste di otto passi. Qui ne vengono riportati solo i primi sei, che sono quelli esaminati in questa analisi.   
 
Ecco i primi tre passi della procedura, che riguardano il primo oggetto del dubbio. 
 
"1. Informarsi onestamente delle effettive intenzioni ed attività di quel gruppo, progetto od org, ignorando tutti i pregiudizi e le dicerie. 
 
2. Esaminare le statistiche dell'individuo, gruppo, progetto od org. 
 
3. Stabilire in base al "maggior bene per il maggior numero di dinamiche"[*] se esso dovrebbe o meno essere attaccato, danneggiato, represso oppure aiutato." 
 
 
I successivi due passi riguardano il secondo oggetto del dubbio. 
 
"4. Valutare se stessi o il proprio gruppo, progetto od org per quanto riguarda intenzioni e obiettivi. 
 
5. Valutare le proprie statistiche o quelle del proprio gruppo, progetto od org." 
 
 
Il passo successivo tratta della scelta. 
 
"6. Unirsi, restare insieme o dare il proprio aiuto a quello che procede in direzione del maggior bene per il maggior numero di dinamiche ed annunciare pubblicamente il fatto ad entrambe le parti." 
 
 
Non escludo che ad un non-scientologo a prima vista, la procedura di Scientology possa sembrare buona. 
 
[*] Maggior bene per il maggior numero di dinamiche[*]: Ciò che è il maggior bene per il maggior numero di dinamiche. Per uno scientologo è o dovrebbe essere il principio base con cui agire. 
 
[*] Dinamica: Approssimativamente, ciascuno degli impulsi mentali che riguardano gli otto settori della vita. Ci sono otto settori e quindi otto dinamiche. 
A grandi linee viene di seguito indicato a cosa si riferiscono queste otto dinamiche. 
 La prima dinamica riguarda se stessi.  
 La seconda dinamica riguarda l'attività sessuale, la famiglia e l'allevare i figli. 
 La terza dinamica riguarda qualsiasi gruppo: gli amici, le persone che fanno parte di una ditta, la città, la nazione, ecc. 
 La quarta dinamica riguarda l'umanità. 
 La quinta dinamica riguarda gli esseri animali, vegetali o di altro tipo motivati dalla vita. 
 La sesta dinamica riguarda l'universo fisico, composto da materia, energia, spazio e tempo. 
 La settima dinamica riguarda gli spiriti ed altre cose o identità spirituali. 
 L'ottava dinamica riguarda l'infinito o l'essere supremo. 
 
 
 
 
NON VALEVOLE IN MODO DIRETTO PER TUTTI I TIPI DI OGGETTI DEL DUBBIO 
 
La procedura tratta direttamente solo quattro tipi di oggetto del dubbio: individuo, gruppo, progetto od organizzazione. 
Non vengono per esempio trattati direttamente gli oggetti. Però, se si fosse in dubbio sul sapere quale di due automobili è la migliore per le proprie esigenze, per usare la procedura di Scientology si potrebbe convertire concettualmente il : 
 
"dubbio sulla migliore automobile per me, considerando le automobili A e B"  
 
in  
 
"dubbio sui due progetti di possedere un'automobile, in cui il primo progetto si riferisce all'automobile A ed il secondo all'automobile B". 
 
 
 
 
NON VALEVOLE PER TUTTI I CASI 
 
Leggendo la frase che precede gli otto punti: 
 
"Quando non si riesce a prendere una decisione riguardo ad un individuo, un gruppo, un'org o un progetto, esiste una Condizione di Dubbio." 
 
si potrebbe intendere che la procedura si possa applicare ogni volta che non si riesca a prendere una decisione riguardo a un individuo, un gruppo, un'org o un progetto, ma invece non è così. 
 
Infatti, non si può usare direttamente quando bisogna scegliere fra: 
 a) due individui, fra i quali non c'è la propria persona. 
 b) due gruppi, progetti od org, dove nessuno dei due è stato ancora scelto. 
Questo perché i punti 4 e 5, quelli che trattano del secondo oggetto del dubbio, si riferiscono solo a se stessi ed al proprio gruppo, progetto od org. 
 
 
 
 
INCOMPLETA 
 
La procedura è incompleta per almeno due motivi. 
 
1° motivo 
I punti 1,2 e 4,5 chiedono di guardare intenzioni e statistiche. Ma quali intenzioni e quali statistiche ? 
Sfortunatamente potrebbe succedere che una persona guardi solo le intenzioni e statistiche ufficiali.  
Bisogna invece tenere presente che potrebbero esserci anche fatti e statistiche ignorate o tenute nascoste ma che è importante conoscere, o peggio potrebbero esserci fatti e statistiche ufficiali false. E questo la procedura non lo dice
Ecco cosa avrebbe anche dovuto dire: 
 
Se possibile, informarsi anche da fonti non ufficiali o indagare per conto proprio, in modo bilanciato su entrambi gli oggetti del dubbio. 
 
 
2° motivo 
Inoltre non viene chiesto di informarsi in modo completo sulle varie caratteristiche dei due oggetti del dubbio, che non sono già descritte dalle statistiche. Le uniche caratteristiche esaminate che siano al di fuori delle statistiche sono intenzioni, obiettivi ed attività; quest'ultima caratteristica in realtà, può anche comprendere azioni rappresentate da delle statistiche. 
Le caratteristiche, per esempio nel caso di Scientology, si possono riferire al tipo dell'organizzazione, al come funziona, al tipo delle tecniche, dei corsi, ecc. 
 
E' utile conoscere le caratteristiche perché da esse si possono dedurre ed ipotizzare fatti, relativi agli oggetti del dubbio: 
 a) Che non sono presenti nelle statistiche ufficiali. 
 b) Che potrebbero comunque verificarsi (conseguenze possibili). E' importante fare delle ipotesi sulle possibili conseguenze relative ad un oggetto del dubbio, per premunirsi. 
 
Ecco cosa avrebbe anche dovuto dire: 
 
Informarsi sul maggior numero di caratteristiche in modo bilanciato su entrambi gli oggetti del dubbio, escluso su quelle non importanti. 
 
 
 
 
NON EQUILIBRATA 
 
Questo è un punto grave. 
Per confrontare i due oggetti del dubbio, la procedura dovrebbe chiedere di conoscere le stesse cose per entrambi. Invece vengono chieste cose diverse
 
Leggendo la procedura, il primo oggetto del dubbio viene distinto come "quello", ed il secondo come "il proprio".  
Esempi: "quel gruppo" e "il proprio gruppo"; "quel progetto" e "il proprio progetto"; e così via. 
 
Per il primo oggetto del dubbio, nei punti 1, 2 e 3, si chiede: 
  a) Di informarsi onestamente sulle sue intenzioni ed attività, ignorando tutti i pregiudizi e le dicerie. 
  b) Di esaminarne le statistiche. 
  c) Se, in base al "maggior bene per il maggior numero di dinamiche" dovrebbe o no essere attaccato, danneggiato, represso oppure aiutato. 
 
Per il secondo oggetto del dubbio, nei punti 4 e 5, si chiede: 
  a) Di farne una valutazione per quanto riguarda intenzioni ed obiettivi. 
  b) Di valutarne le statistiche. 
 
Quindi, confrontando punto per punto, si chiede: 
  a) Punti 1 e 4: di informarsi su intenzioni ed attività del primo oggetto del dubbio, e di valutare il secondo oggetto del dubbio per quanto riguarda intenzioni ed obiettivi: due cose differenti
  b) Punti 2 e 5: di esaminare le statistiche del primo oggetto del dubbio, e di valutare quelle del secondo: due cose differenti
  c) Punto 3: se dovrebbe o no essere "attaccato, danneggiato, represso oppure aiutato", e questo si chiede solo per il primo oggetto del dubbio. 
 
Si potrebbe pensare che visto che si è già in relazione con il secondo oggetto del dubbio (se stessi, il proprio gruppo, ecc.) già lo si conosce e quindi le domande possono essere diverse. Ma il fatto è che non si sa cosa veramente una persona conosce sia del primo che del secondo oggetto del dubbio. E quindi per essere sicuri di far esaminare e valutare in modo più equilibrato possibile i due oggetti del dubbio, bisogna almeno chiedere le stesse cose per entrambi. 
 
Si potrebbe anche pensare che "le differenze fra i trattamenti dei due oggetti del dubbio sono minime". Ma proprio queste differenze invece potrebbero determinare una scelta errata. 
 
 
 
 
UNA STRANA MANCANZA 
 
Il punto 1 stranamente non si riferisce all'individuo, mentre i punti 2, 4, 5, sì. 
Perché ? E' un caso ? 
Abbiamo almeno queste possibilità: 
 
  a) Non si è ritenuto indispensabile inserire la parola "individuo" nel punto 1 della procedura, in quanto le parole "gruppo, progetto od org" erano ritenute sufficienti, e quindi è sottinteso che la frase si riferisce anche all'individuo. 
  b) Se si è in dubbio su un individuo, non è necessario conoscere le sue effettive intenzioni ed attività. 
  c) La parola non è stata inserita per trascuratezza. 
  d) La parola non è stata inserita per dimenticanza. 
  e) La parola non è stata inserita volutamente per un altro motivo, spiegato più avanti. 
 
 
 
 
ECCO UN'IPOTESI SUL MOTIVO PER CUI LA PROCEDURA E' STATA FATTA COSI' 
 
La procedura per la condizione di Dubbio potrebbe essere stata fatta apposta, nel caso di dubbio fra: 
 a) Scientology ed un gruppo alternativo (squirrel[*] per esempio), o 
 b) Ron Hubbard ed una persona alternativa esterna,  
 
per aumentare la probabilità che la persona che la esegue resti in Scientology o dia ragione a Ron Hubbard. 
 
[*] persona o gruppo squirrel: che crea o segue procedimenti derivati da quelli di Scientology. 
 
 
 
 
PRIMO ESEMPIO (dubbio fra un gruppo squirrel e Scientology) 
 
Cosa potrebbe succedere ad uno scientologo che volesse applicare la procedura di dubbio fra il suo gruppo (Scientology) ed un altro gruppo "squirrel"? 
 
Ecco come potrebbe eseguire i punti della procedura. 
 
Punto 1: lo esegue e scopre per esempio, che le intenzioni ed attività del gruppo squirrel sono buone (vuole migliorare gli altri, ecc.). 
 
 
Punto 2: lo esegue e scopre che le statistiche sono di un qualche tipo. 
 
 
Punto 3: qui deve decidere se quel gruppo dovrebbe essere attaccato, danneggiato, represso o aiutato. 
Bene, uno scientologo in genere conosce l'idea che un gruppo squirrel è comunque un gruppo negativo, quindi potrebbe succedere che prima di fare il confronto fra Scientology e quel gruppo, decida (o venga portato a decidere) che quel gruppo debba essere danneggiato. Il che concettualmente potrebbe far finire erroneamente la procedura prima del confronto a favore di Scientology. 
Perché erroneamente? Perché per sapere se una cosa è veramente migliore di un'altra è necessario confrontarle correttamente, cercando il più possibile di verificare da sé i dati. Il concetto che qualsiasi gruppo squirrel sia un gruppo negativo è una cosa di cui non vengono fornite prove sufficienti in Scientology. 
 
 
Punto 4: questo punto chiede di valutare se stessi, il proprio gruppo, ecc. per quanto riguarda intenzioni ed obiettivi. 
 
Un momento, "valutare" ?  Perché ? 
 
Nel punto 1 della procedura, quando si trattano le intenzioni ed attività DELL'ALTRO GRUPPO (quello squirrel), si chiede di "informarsi onestamente". 
Nel punto 4 invece, lo scientologo viene invitato a fare una valutazione su Scientology, per quanto riguarda intenzioni ed obiettivi. E considerate le intenzioni ufficiali, la valutazione per Scientology in genere non può essere che buona. 
Inoltre, per Scientology non viene chiesto di esaminare le sue attività, come viene chiesto per L'ALTRO GRUPPO, così eventuali episodi spiacevoli e dolorosi su Scientology che la persona conosce è possibile che non vengano esaminati
 
Nel punto 1 non viene chiesta nessuna valutazione per L'ALTRO GRUPPO;  questo non vuol dire che la persona sicuramente non la farà, ma non essendo chiesta dalla procedura è possibile che non venga fatta o venga fatta in modo leggero
Se ciò avvenisse, Scientology risulterebbe ingiustamente avvantaggiata perché di solito sarebbe stata fatta una valutazione pienamente positiva sulle sue intenzioni ed obiettivi.  
Nel caso in cui L'ALTRO GRUPPO avesse intenzioni ed attività lodevoli, potrebbe non ricevere nessuna valutazione positiva o riceverne una "minore", rispetto a quella che avrebbe avuto se fosse stata richiesta dalla procedura. 
 
 
Punto 5: situazione simile al punto 4. Quando si tratta dell'ALTRO GRUPPO, nel punto 2 si chiede di esaminare le statistiche (non è richiesta la valutazione), quando si tratta del PROPRIO GRUPPO (Scientology) si chiede di valutare le statistiche.  
 
Qualcuno potrebbe dire che la valutazione è un'arma a doppio taglio, perché potrebbe essere negativa.  
MA per quella che è la mia esperienza, in genere i massimi dirigenti di Scientology comunicano ai seguaci non staff solo statistiche positive su Scientology (c'è mai stato un event[*] dove siano state mostrate statistiche negative ?). 
Quindi anche qui, l'ALTRO GRUPPO potrebbe ricevere una valutazione minore sulle sue statistiche rispetto a quella che avrebbe avuto se fosse stata richiesta dalla procedura. 
 
[*] event: riunione di scientologist in cui possono essere mostrati dei filmati che trattano degli avanzamenti di Scientology.  
 
 
Limitato esame delle caratteristiche che non siano già sotto forma di statistiche.  
Infatti le uniche caratteristiche chieste che non necessariamente fanno parte delle statistiche, sono: 
 a) Intenzioni ed attività dell'ALTRO GRUPPO. 
 b) Intenzioni ed obiettivi del PROPRIO GRUPPO. 
 
Non viene chiesto esplicitamente di esaminare il maggior numero di caratteristiche (strutturali, sul funzionamento, ecc.) dei due gruppi (scartando quelle non importanti), il che potrebbe ribaltare il risultato. 
 
Se ci fosse grossomodo una parità di statistiche delle azioni principali fra i due gruppi, e: 
 a) Se un gruppo facesse pagare di meno dell'altro. 
 b) Se un gruppo avesse regole meno restrittive. 
 c) Se un gruppo avesse procedure considerate più vantaggiose. 
 d) Se un gruppo avesse una struttura organizzativa gestita meglio. 
 
... quale verrebbe scelto? 
 
 
 
 
SECONDO ESEMPIO (dubbio fra un'altra persona che tratta di mente e spirito  e  L. Ron Hubbard) 
 
Mettiamo che uno scientologo sia in dubbio fra quello che dice Ron Hubbard e quello che dice un'altra persona che tratta di mente e spirito. 
Per risolvere la cosa, decide di applicare la procedura della "condizione di Dubbio". 
 
Punto 1: Qui, (sorpresa!) non c'è la parola "individuo". 
 
Punto 4: E qui manca il caso di "un altro individuo";  c'è invece il caso di "se stessi". 
 
Se si vuole seguire la procedura alla lettera non si può fare il confronto tra due individui esterni a sé stessi.  Quindi si hanno almeno tre possibilità: 
 a) Rinunciare ad effettuare il confronto, ignorando e/o non risolvendo il dubbio
 b) Fare due variazioni alla procedura, nei punti 1 e 4, inserendo il caso di "individuo" e "altro individuo". Ma non escludo che fare due variazioni alla procedura possa essere considerato da qualcuno "fare squirrel"[*] (questo atto, a seconda dei casi, può essere considerato un "alto crimine") e quindi da questo evitato. 
 c) Trasformare il confronto tra l'altra persona in questione e Ron Hubbard, in quello tra "gruppo di altri conoscitori che trattano di mente e spirito" e Scientology intesa come gruppo, caso che la procedura può trattare. 
 
[*] fare squirrel: creare o seguire procedure diverse da quelle di Scientology ma da essa derivate. 
 
Esaminiamo adesso il seguito del caso (c). 
Ora, secondo il punto 1, lo scientologo in dubbio deve informarsi delle intenzioni ed attività del "gruppo di altri conoscitori di mente e spirito".  
Ma attenzione: si è passati dall'esaminare intenzioni ed attività di quella determinata persona, a quella del "gruppo di altri conoscitori di mente e spirito":  una potenziale distorsione. Infatti, quale sarebbe questo gruppo? Che caratteristiche avrebbe? Esiste nella realtà? 
 
Guardando un pezzo del documento KSW n.1, presente ne "Lo Student Hat"[3] a pag.4:  
 
"La nostra tecnologia non è stata scoperta da un gruppo. Certo, se il gruppo non mi avesse sostenuto in vari modi, non l'avrei scoperta. Ma resta il fatto che se non fu scoperta da un gruppo nel suo stadio formativo, se ne può tranquillamente dedurre che non vi aggiungeranno niente nè la cambieranno per il meglio nel futuro." 
 
La terza frase ("Ma resta il fatto che...") è errata perché il concetto che "un gruppo che non ha scoperto le informazioni sulla mente e spirito contenute in Scientology, non possa migliorarle" non è realistico e non vengono fornite prove sufficienti per la sua dimostrazione. Quali sono le prove sufficienti per cui nessun gruppo né ora né mai potrebbe apportarvi dei miglioramenti? 
Stranamente, L.Ron Hubbard non esclude in modo chiaro ed esplicito che delle singole persone non possano migliorare la tecnologia
 
Quindi, uno scientologo che leggesse la precedente citazione potrebbe ritenere in una certa misura che, qualsiasi gruppo che trattasse di mente e spirito non possa migliorare le tecniche di Scientology. 
 
Da cui si deduce che il confronto fra qualsiasi gruppo che tratta pratiche mentali e spirituali, e Scientology, da parte di uno scientologo che abbia letto KSW n.1, potrebbe partire con L'ALTRO GRUPPO già in svantaggio. 
 
In conclusione, sia a causa della mancanza della parola "individuo" nel punto 1, sia perché la procedura considera il secondo oggetto del dubbio solo come "se stessi, il proprio gruppo,ecc.", scegliere fra Ron Hubbard (od anche un altro scientologo autorevole) e un "concorrente", potrebbe portare a dover scegliere fra il "gruppo dei concorrenti" e Scientology, situazione in cui Scientology potrebbe essere ingiustamente avvantaggiata in partenza. 
 
 
 
 
CONCLUSIONE DELL'IPOTESI 
 
Essendo la condizione di Dubbio una possibile porta di uscita da Scientology, questa condizione potrebbe essere stata costruita in modo tale che: 
 
La persona in dubbio che la attua, abbia maggiori probabilità di restare in Scientology, rispetto all'usare un metodo di confronto più equilibrato e completo. 
 
Da notare che, in alcuni casi, l'esecuzione di questa procedura può essere imposta ad uno scientologo. 
 
Perché la "procedura di Dubbio" di Scientology è stata scritta in modo non generale ?  
 
Infatti è possibile usarla solo quando uno dei termini del confronto è: o SE STESSI o IL PROPRIO gruppo o LA PROPRIA org o il PROPRIO progetto.  
 
Non sarebbe difficile costruirla in modo generale, cioè che trattasse QUALSIASI persona, QUALSIASI gruppo, QUALSIASI org o QUALSIASI progetto. 
 
E' stata una svista od una scelta intenzionale ? 
 
Precedentemente evidenzio come la procedura sia non equilibrata, cioè tratti in modo diverso L'ALTRO gruppo, progetto, ecc. rispetto a quello PROPRIO.  
 
Bene, continuando con l'ipotesi precedente (cioè che la procedura di Dubbio avrebbe lo scopo di favorire Scientology), il motivo di fare una procedura non generale, potrebbe essere quello che in una procedura generale tale mancanza di equilibrio salterebbe facilmente all'occhio. Visto che invece i due oggetti del dubbio sono non generici (il primo è L'ALTRO gruppo,ecc. ed il secondo IL PROPRIO gruppo, ecc.), si potrebbe giustificare la diversità delle azioni richieste dalla procedura con il fatto che i due oggetti del dubbio sono diversi. 
 
 
 
 
UN PRIMO MIGLIORAMENTO 
 
Ecco adesso una procedura derivata da quella di Scientology e complessivamente migliore perché: 
 
  A) E' più equilibrata: viene chiesta la stessa cosa per entrambi gli "oggetti del dubbio" (in questa sezione per "oggetto del dubbio si intende: un individuo, un gruppo, un progetto od un'organizzazione). 
 
  B) Vale anche nei casi in cui: (1) non si fa già parte di un gruppo od un'organizzazione che è uno degli oggetti del dubbio, o (2) non si sosteneva già un individuo, gruppo, progetto od organizzazione che è uno degli oggetti del dubbio. 
 
  C) Il punto 3 originale è stato modificato, facendo in modo che adesso sia più difficile trarre conclusioni errate. Inoltre questo punto adesso si rivolge ad entrambi gli oggetti del dubbio, nei punti 4 e 8. 
 
  D) La parola "individuo" viene correttamente indicata ovunque ci si riferisca ad un oggetto del dubbio. 
 
 
La nuova procedura: 
 
1) Informarsi onestamente delle effettive intenzioni ed attività del primo individuo, gruppo, progetto od organizzazione, ignorando tutti i pregiudizi e le dicerie. 
 
2) Valutare il primo individuo, gruppo, progetto od organizzazione, per quanto riguarda intenzioni ed obiettivi. 
 
3) Esaminare e valutare le statistiche del primo individuo, gruppo, progetto od organizzazione. 
 
4) Stabilire in base al "maggior bene per il maggior numero di dinamiche" se esso dovrebbe o meno essere attaccato, danneggiato, represso oppure aiutato. Descriverne il perché, chiarendo se i fattori alla base della valutazione sono statistiche, fatti e/o "opinioni non proprio certe". Bisogna stare attenti riguardo alle "opinioni non proprio certe". 
 
5) Informarsi onestamente delle effettive intenzioni ed attività del secondo individuo, gruppo, progetto od organizzazione, ignorando tutti i pregiudizi e le dicerie. 
 
6) Valutare il secondo individuo, gruppo, progetto od organizzazione, per quanto riguarda intenzioni ed obiettivi. 
 
7) Esaminare e valutare le statistiche del secondo individuo, gruppo, progetto od organizzazione. 
 
8) (Uguale al punto 4) Stabilire in base al "maggior bene per il maggior numero di dinamiche" se esso dovrebbe o meno essere attaccato, danneggiato, represso oppure aiutato. Descriverne il perché, chiarendo se i fattori alla base della valutazione sono statistiche, fatti e/o "opinioni non proprio certe". Bisogna stare attenti riguardo alle "opinioni non proprio certe". 
 
9) Scegliere, unirsi a, restare insieme a, o dare il proprio aiuto a quello che procede in direzione del maggior bene per il maggior numero di dinamiche. Nel caso che già si sosteneva un individuo, gruppo, progetto od organizzazione che era un oggetto del dubbio, allora annunciare la propria scelta ad entrambe le parti, sempre che ciò sia possibile e non dannoso. 
 
10) e 11) Questi due punti non sono trattati qui in dettaglio; ad ogni modo corrispondono ad i punti (7) e (8) della procedura originale (qui non trattati), opportunamente modificati per renderli coerenti con i passi di questa nuova procedura. 
 
________________________________________ 
 
 
Riferimenti: 
 
[1] INTRODUZIONE ALL'ETICA DI SCIENTOLOGY, di L. Ron Hubbard, edito da New Era Publications International ApS, copyright 1998, 2007; oltre 513 pagine. 
 
[2] Il Manuale di Scientology, tratto dalle opere di L. Ron Hubbard, compilato dallo staff di LRH Book Compilations della Chiesa di Scientology Internazionale, edito da NEW ERA Publications International ApS, copyright 1994, 2001; oltre 857 pagine. 
 
[3] Lo Student Hat, di L. Ron Hubbard, edito da NEW ERA Publications International ApS, Copyright 1989